Parte la sfida per le Regionali

Chi sarà il successore di Claudio Burlando?

Chi sarà il successore di Claudio Burlando?

Con un anno in anticipo, mentre il centrodestra ligure si lecca ancora le ferite dopo le varie batoste

subite alle ultime amministrative e Politiche, il centro sinistra è in preda alla sindrome del "tutti contro tutti". Infatti, il rischio, specialmente all'interno del Pd, è di osservare l'effetto primarie all'interno del Comune di Genova, quando Marco Doria, l'esponente di Sel (come a Milano con Pisapia, a Cagliari con Zedda e in Puglia con Vendola), sbaragliò le due anime del primo partito in Italia, che si era schierato con due illustre candidate, Marta Vincenzi e Roberta Pinotti, giunte rispettivamente seconda e terza.
Le Regionali si terranno nell'aprile 2015, ma da mesi sono partite le manovre sottorranee, da quando l'attuale Governatore Claudio Burlando ha annunciato di non voler correre per il terzo mandato di fila. E allora è sbucata l'assessore regionale Raffaella Paita, spinta da Burlando, e dall'altro versante Francesca Balzani per dare una svolta "verde" a piazza De Ferrari. In mezzo a questo si segnala da più parti come personaggi di spicco dell'Udc, vedi Limoncini e Boitano, stanno già facendo campagna elettorale per Burlando - Paita. Addirittura nell'imperiese lo stesso Burlando avrebbe contattato personalmente alcune "colombe" dell'area scajolana per farli passare nel centro sinistra. Ma prima c'è da vedere cosa succederà all'interno dei quadri dirigenziali del Pd in Liguria, per la segreteria.  Il candidato renziano Alessio Cavarra è contrapposto a Giovanni Lunardon, senza dimenticare il civatiano Stefano Gaggero. Burlando sembra seguire il consiglio del "rottamatore" fiorentino: per vincere bisogna accaparrarsi i voti del centrodestra, ossia di una fetta dei moderati. 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport