Galabinov non basta

Galabinov su rigore ha raddoppiato per il Genoa, illudendo il Grifo

IL bis non c'è stato. Ieri, nell'anticipo dell 18 al "Ferraris", questa volta la Juventus vince

, a fatica e in rimonta, su un Genoa che conduceva 2-0 dopo appena 10 minuti di gioco e pareva matare i piemontesi come l'anno scorso. Poi, uno straordinario Paulo Dybala, autore di tre gol su quattro, ha piegato Perin. Rossoblù subito in avanti con una autorete a metà tra Chiellini e Pjanic, poi Galabinov si guadagna il rigore che lui stesso trasforma grazie al Var, quindi si scatena l'argentino.

JUVNTUS 4
*GENOA 2

GENOA (3-4-3) - Perin; Biraschi, Rossettini, Gentiletti; Lazovic, Veloso, Bertolacci, Laxalt; Pandev (33'st Lapadula), Galabinov (27'st Centurion), Taarabt (6'st Palladino). In panchina: Lamanna, Spolli, Zukanovic, Cofie, Rosi, Migliore, Omeonga, L.Rigoni, Salcedo. Allenatore: Juric.
JUVENTUS (4-2-3-1) - Buffon; Lichsteiner (29' st Barzagli), Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (13'st Matuidi), Pjanic (36'st Bentancur); Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.
ARBITRO - Banti di Livorno.
RETI - 1'pt autogol Pjanic; 7'pt rig. Galabinov, 14'pt Dybala, 49'pt rig. Dybala; 17'st Cuadrado, 47'st Dybala.
NOTE - Ammoniti: Lichtsteiner, Gentiletti, Biraschi, Pjanic, Lazovic, Cuadrado, Laxalt. Angoli: 5-2 per la Juventus. Recupero: 5'; 4'.

ultimi articoli nelle categorie