Mancano 300 medici, scintille Regione - Sindacati

L'ospedale pronto soccorso di VIlla Scassi a Sampierdarena

L'ospedale pronto soccorso di VIlla Scassi a Sampierdarena

Sono ancora ai ferri corti e le parti risultano distanze: da una parte la Regione Liguria, dall'altro i sindacati

, che marciano compatti. Il nodo da risolvere è la questione dei medici. Ne mancano 300 e si punta a richiamare chi è già in pensione, piuttosto che assumere i giovani. I sindacati si sono opposti in maniera tranciante, ma sarebbe sempre un risparmio notevole nelle casse asfittiche di una Regione che ha già sborsato (e non poco) per gli sfollati del Morandi, assieme ad un Comune di Genova che si è dissanguato. Le carenza maggiori riguardano i turni dei pochi Pronti soccorsi rimasti (a Genova negli ultimi dieci anni si è assistito ad una moria). L'assessore regionale alla Sanità, la leghista Sonia Viale, detta la "zarina", tuona: <Dobbiamo per forza trovare una soluzione per garantire i servizi. Nel ponente ligure la situazione è drammatica, chiedete a Pietra Ligure, al Santa Corona>.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport