San Martino, un’altra giornata di passione per il caldo

Un’altra giornata di “passione” oggi al San Martino: alcune sale operatorie (com’è avvenuto anche ieri e nel fine settimana) sono finite ancora una volta in tilt per problemi legati all’impianto di climatizzazione. Per fortuna gli interventi sono stati effettuati recuperando nel pomeriggio una parte di quelli saltati al mattino. Ma il disagio per i pazienti e per il personale medico e infermieristico c’è stato, visto che hanno dovuto allungare i turni di lavoro, dovendo ritardare gli interventi di due ore a inizio mattinata. Una situazione assurda.

Nonostante le rassicurazione dell’assessore Viale, insomma, l’ospedale genovese – ma anche degli altri nosocomi liguri – continua a presentare gravi criticità, che si ripercuotono sul servizio e quindi sui pazienti e sul personale. La situazione è sempre più drammatica. Gli interventi a tampone dell’assessore e di Alisa non riescono a garantire una continuità del servizio: è il momento che qualcuno metta mano seriamente alla questione. Non è possibile che i malati, i medici e gli infermieri debbano sopportare questi disagi. Ci auguriamo solo che non finisca come a Savona dove Viale ha promesso un intervento sui condizionatori per il prossimo anno. Non vorremmo assistere a queste lunghe settimane dell’estate 2019 in queste stesse condizioni.

È già calendarizzata una nostra interrogazione con la quale chiederemo conto di questi disservizi all’assessore.

 

I consiglieri regionali del Pd ligure Giovanni Lunardon, Valter Ferrando e Pippo Rossetti.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport