I giardini della Fiumara, babele di lingue e storie

I giardini della Fiumara visti dal lato dell'Ansaldo

I giardini della Fiumara visti dal lato dell'Ansaldo

Da quando è nato il centro commerciale della Fiumara a Sampierdarena e l’annesso centro divertimenti con le sale dei cinema e quelle del bowling, i giardini antistanti alle strutture sono diventate dei punti di riferimento per la Genova del ponente e la Genova della val Polcevera pre crollo ponte Morandi. Infatti, ogni angolo del parco e dell’area verde, hanno la loro storia, vicino alle fontanelle ecco gli amanti dei quattro zampe. Nelle panchine che costeggiano la galleria commerciale, ci sono i giovani di una Genova sempre più multi etnica, con le loro storie, le loro cottarelle, i loro problemucci, sempre in mano smart phone o iphone, come se il dialogo inter generazionale non esistesse più. Sotto al ponte della vecchia ferrovia, si radunano altri giovani, sempre intenti più a chattare sui telefonini o sentire musica trap che a parlare tra di loro, con gli sguardi persi nel vuoto. Quindi, qualche innamorato abbracciato lo si vede nei giardini all’opposto della Coop, poi ecco quel che resta delle pandillas sudamericane, meno pericolose dei primi anni Duemila quando si affrontavano per le strade della nostra città.
I giardini, quel poco presente, davanti al Centro Divertimenti, invece è terra più di incontri fugaci pre cinema o pre pranzo o pre cena che di luogo di ritrovo.
Ad ogni fetta di terreno, la sua storia, verrebbe da dire.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport