Recco sempre più viva con Gandolfo sindaco

RECCO (GE). Incudine e Privitera incantano Recco con i brani dei grandi cantautori italiani. Grandissima partecipazione di pubblico al concerto sul Belvedere Luigi Tenco. Cant(i d’)Autore è stato uno spettacolo al suo debutto, un omaggio ai giganti della musica italiana. Mario Incudine, una voce strepitosa, potente, vero protagonista del palcoscenico, capace di catalizzare l'attenzione dei presenti, ha raggiunto il suo apice con l'intensa interpretazione de La Cura di Franco Battiato. Accompagnato alle tastiere da Angelo Privitera, storico collaboratore del cantautore siciliano nonché ideatore del progetto musicale e da sei musicisti professionisti, precisi e impeccabili, Incudine ha emozionato tutti i presenti. L'atmosfera è stata un crescendo, la partecipazione degli spettatori si è fatta via via più palpabile, tra un brano e l'altro quando si sono levate le prime grida di approvazione. Gli artisti hanno quindi dedicato un applauso a Luigi Tenco - erano presenti accanto al sindaco di Recco Carlo Gandolfo, il nipote del cantautore Giuseppe e la cognata. Bellissima l'interpretazione di due celebri brani di Tenco: "Ciao amore" e "Lontano lontano". Incudine ha anche rivolto il suo plauso all'Amministrazione comunale di Recco per aver voluto dedicare il Belvedere al cantautore, indicativo di quanto sia importante la musica e la cultura per i recchelini. Poi è stato tutto un crescendo di musica e poesia: da Dalla a Vecchioni, da Bertoli a Pino Daniele. E una chicca: "Bocca di Rosa" di De Andrè rivisitata da Incudine in lingua siciliana. “Vuccuzza di ciuri” è stata una sferzata di ironia, con un arrangiamento da banda e un omaggio giocoso al cantautore genovese attraverso la favola de "l’amuri sacru e chiddu buttanu".

"La musica - ha commentato il sindaco Carlo Gandolfo al termine del concerto, visibilmente soddisfatto del successo dell’evento - è un potente strumento per la promozione turistica di Recco, perché oltre alla qualità dello spettacolo sono emerse le emozioni. Intendo rendere vitali le nostri estati, abbiamo voglia di stupire con nuove importanti sorprese".

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport