La tramvia in val Bisagno non è più una chimera

Votata ed approvata durante il Consiglio Muncipale della Media Val Bisagno la mozione del MoVimento 5 Stelle per definire le modalità di costruzione della tranvia nella vallata, dopo l'ok del Sindaco e della Giunta Bucci a seguito della mozione approvata in Consiglio Comunale. La mozione pentastellata approvata in Municipio, un documento congiunto con anche le integrazioni delle forze di centro sinistra, impegna il  Presidente D'Avolio, affinchè si definiscano tempi precisi di progettazione dell'opera  in modo da presentare alla prossima call ministeriale un’idea di mobilità in Val Bisagno che veda il Tram al centro del progetto.
Non solo, il MoVimento 5 Stelle chiede specificatamente che l'eventuale linea tranviaria abbia partenza da Prato, che vengano definiti i tempi di percorrenza e salvaguardate le attività commerciali. Infine le integrazioni del Movimento 5 Stelle chiedono che   il progetto venga realizzato mediante una gara di idee europea, con l'obiettivo di non ridurre il numero di  parcheggi e di riqualifica delle aree attraversate.

 

"La Val Bisagno non può più attendere - dice Lara Delpino consigliera M5S prima firmataria della mozione - la viabilità è drammatica da decenni e finalmente stiamo trovando una convergenza su una soluzione che può ridurre drasticamente l'impatto del traffico privato sul quartiere".

"Chiediamo anzitutto tempi certi di progettazione e realizzazione - aggiunge Giacomo Cafasso capogruppo M5S in Municipio - e che l'opera venga realizzata con criteri che tengano in considerazione l'impatto ambientale, la riqualificazione delle aree, la salvaguardia delle attività commerciali. Abbiamo accettato le integrazioni del centro sinistra affinché il progetto preveda la partenza del tranvia da Prato - conclude Cafasso. "

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport