Music for Peace anche a Natale

L’Associazione “Music for Peace Creativi della Notte” si pone come principale obiettivo quello di promuovere e diffondere una cultura di pace e rispetto, al fine di ritessere una società in cui la solidarietà e l’uguaglianza tra i popoli siano alla base di un nuovo sviluppo culturale.

La nostra Associazione  opera, da ormai vent’anni, su territorio locale ed estero seguendo un preciso modus operandi  che guarda alle esigenze della società di oggi, si sforza di individuare e assistere le persone in difficoltà, in Italia e all'estero, e lavora a stretto contatto con la comunità per sostenerne le capacità di sviluppo.
Svariati sono i progetti: interventi di emergenza e di cooperazione; distribuzioni materiali alle famiglie locali; distribuzione pasti caldi ai senza fissa dimora; assistenza medica a persone in difficoltà; diffusione di cultura, multiculturalità e informazione.  Gli obiettivi di "Music for Peace" identificano e rispondono ad una vasta gamma di bisogni sia direttamente sul nostro territorio, che a livello nazionale, che ovunque nel mondo dove ci siano vulnerabilità. Essi includono la promozione dei diritti umani e la diffusione della cittadinanza attiva, il supporto a scuole e bambini con materiale didattico, la promozione della salute e dell'igiene, la nutrizione, la risposta alle emergenze causate da guerre o disastri naturali, così come la protezione per i gruppi più poveri, vulnerabili ed emarginati.

"Music for Peace" opera con la massima considerazione per la trasparenza: è la prima e unica ONLUS in Italia che ha adottato la politica dello scambio. Infatti, durante gli eventi non è richiesto ai privati cittadini di pagare un biglietto d'ingresso ma di portare un contributo in generi alimentari  e medicinali.

I risultati raggiunti hanno portato alla nascita di una nuova iniziativa che inaugurerà l’apertura di un nuovo anno di progetti.

Dall’8 al 23 dicembre p.v. si terrà, per la prima volta, un’ edizione invernale del Che Festival, con le dinamiche di un vero e proprio mercatino/villaggio di Natale. 

L’evento si presenterà con il nome Che Stella – Natale all’elicoidale e si prefigge diversi obiettivi:

- Sensibilizzare e informare i cittadini mediante la partecipazione attiva e diretta delle persone al fine di accrescere la loro consapevolezza su tematiche sociali. L’ingresso regolato dalla donazione di medicinali porta chi partecipa all’evento a riflettere sul perché ha scelto e consegnato quel determinato bene e sul fine ultimo di un gesto tanto semplice quanto significativo. 

- Aiutare in maniera concreta e diretta con la distribuzione dei materiali raccolti tramite il progetto Dalla Gente per la Gente. Parallelamente allo svolgersi dell’evento avverranno le distribuzioni di generi di prima necessità alle famiglie e ai singoli appartenenti a quella fascia di popolazione denominata comunemente di “nuova povertà”. I beneficiari di questo progetto sono individuati e indirizzati da enti e istituzioni del territorio (Ambiti Territoriali Sociali e assessorati di competenza dei Comuni aderenti). Si tratta di un aiuto concreto mediante una consegna di materiale con cadenza mensile e preparato ad hoc sulle esigenze specifiche di ogni famiglia.

Dare la possibilità di creare un momento di incontro scuola-famiglie anche a quegli istituti che non dispongono dei fondi necessari per la fruizione di spazi all’interno di teatri o di luoghi idonei all’interno della propria struttura. Nella fascia oraria mattutina e pomeridiana infatti i due palchi presenti all’interno dell’area saranno messi a disposizione degli Istituti Scolastici per la rappresentazione di recite e/o spettacoli.

Per sedici giorni la sede si trasformerà nel Villaggio di Babbo Natale caratterizzato da un percorso scenografico che si svilupperà lungo le diverse aree in ognuna delle quali si svolgeranno diverse tipologie di animazione e intrattenimento dedicate ai bambini e alle famiglie. L’itinerario fiabesco si districherà attraverso stand gastronomici e di artigianato, illuminati a festa richiamando lo stile tipico dei mercatini nord europei. Grazie al progetto avviato nel mese di Gennaio in collaborazione con l’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova sia lo spazio interno degli stand sia il loro esterno sono stati arricchiti da decorazioni pittoriche che li hanno contestualizzati e adattati allo stile della palazzina, dipinta come un antico castello, ricreando così l’aspetto estetico di un vero e proprio borgo medievale.

Nella fascia tardo-pomeridiana e serale sui palchi si susseguiranno esibizioni di danza, spettacoli musicali, maratone corali e concerti live. Come accade per il Che Festival, anche in questa occasione tutti gli artisti, musicisti, ballerini che si esibiranno e intratterranno il pubblico lo faranno a titolo gratuito senza alcun cachet e senza ottenere alcun rimborso spese, offriranno bensì la loro arte come forma di sostegno ai progetti di Music for Peace diventando così volontari per un giorno.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport