Esonda il rio Fegino, allagamenti in val Polcevera

Il momento dell'esondazione, questa notte, del rio Fegino

Il momento dell'esondazione, questa notte, del rio Fegino

Parecchie criticità, soprattutto in val Polcevera, in queste prime ore di allerta rossa. Passate l’una di stanotte, ecco che nella zona attorno al Polcevera si è scatenato l’inferno. Lo scirocco si è alzato ed in contemporanea ecco la copiosa pioggia che ha subito provocato parecchi allagamenti. In primis, subito chiuso il tunnel del Brin davanti alla metropolitana, allagato con oltre mezzo metro di acqua, poi chiusa via Fillak per vari smottamenti ed allagamenti, addirittura piazza Montano a Sampierdarena è un lago, mentre via 30 Giugno e via Perlasca (le vie celebri per la catastrofe del ponte Morandi) sono uno stagno. Alle 3 del mattino ha esondato il rio Fegino, creando tanta paura e parecchie cantine allagate e pian terreni in difficoltà. Alle 3,10 frana sulla strada verso Murta e solo ora la circolazione è a corrente alterna. Per ora, regge il Polcevera, molto monitorato il Chiaravagna a Sestri Ponente, come il Leira ed il Cerusa a Voltri, il Fereggiano a Quezzi, lo Sturla ed il Nervi nel levante, il rio Velino a Staglieno e ovviamente il Bisagno, dove al ponte di Sant’Agata da ore è presente il presidente del Municipio Massimo Ferrante.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport