Pentema, presepe da un quarto di secolo

Una rappresentazione del Presepe a Pentema, alle spalle di Torriglia

Una rappresentazione del Presepe a Pentema, alle spalle di Torriglia

Sono passati ormai 25 anni dalla prima edizione della natività forse più bella del genovesato, la più suggestiva e caratteristica, quella di Pentema, alle spalle di Torriglia (luogo non comodo di certo da raggiungere, visti i 25 minuti in auto, impervia, dopo Torriglia, ma ne vale la pena). Mancano pochi giorni all'apertura (il prossimo sabato 14 dicembre), a Pentema lavori in corso per l'allestimento del venticinquesimo Presepe.
Una natività davvero unica al mondo, in quanto tutto il piccolo paesino abbarbicato nel parco dell’Antola (oramai quasi disabitato, visto che è difficilissimo da raggiungere, anche dal punto di vista lavorativo), si trasforma in un Presepe unico al mondo. Ogni vecchia casa dei pastori o contadini del posto, ormai emigrati in Sud America, o a Genova, o nella vicina Torriglia, o ancora scomparsi senza lasciare eredi, è una rappresentazione, in forma di Presepe, della vita che fu nella vecchia Pentema dell’Ottocento, quando vi abitavano oltre 400 persone, impensabile ai giorni nostri. Ed allora ecco la casa del medico, la lavandaia, il barbiere, la chiesetta proprio di fronte all’attuale cappella che ospita ancora adesso la Santa Messa settimanale, il droghiere, la casa del sindaco, la stalla, eccetera.
Da non perdere la Santa Messa di Natale il 24 dicembre alle ore 22, nella piccola chiesetta posta al centro del paese.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport