Fuochi vietati a Capodanno a Santa Margherita Ligure

Inizia il balzello dei comuni che in Liguria vietano i botti di fine anno per amore degli animali, per andare contro (senza senso) alla tradizione. Ma che senso ha festeggiare il San Silvestro senza i botti di Capodanno? Davvero un’anomalia tutta italiana, dove per sparare un razzo occorre addirittura il porta d’armi, come se si gettasse in mezzo al pubblico una bomba ad orologeria!
Il primo comune in Liguria a vietare i fuochi è Santa Margherita Ligure.
Torna in vigore, nel Tigullio, un'apposita ordinanza predisposta l'anno scorso dal sindaco Donadoni (di centrodestra) con cui sono vietati su tutto il territorio comunale - sia in luoghi pubblici sia privati - nei giorni 31 dicembre 2019 e 1° gennaio 2020 l'accensione e i lanci di fuochi d'artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi e ogni altro artificio pirotecnico anche se di libera vendita.
Ora, a ruota libera, altri comuni vieteranno o limiteranno l’uso dei mortaretti (anche Genova negli ultimi tre anni ha limitato i botti, un divieto costantemente eluso da tutti i cittadini, ovviamente).

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport