Saldi, tutto esaurito tra via XX, Fiumara e Outlet

Il nuovo negozio Snipes in via XX Settembre, dal ponte Monumentale

Il nuovo negozio Snipes in via XX Settembre, dal ponte Monumentale

Partenza col botto per i saldi, anche se le vere occasioni, a sensazione, si faranno a fine mese, in quanto da oggi sono partiti gli sconti in Liguria, ma il tutto oscilla attorno al 20 per cento di saldo, massimo 30. Rarissimi i saldi al 40%, lontani anni luce gli anni in cui si partiva col 50%.
CENTRO. Tantissima folla, quasi impossibile camminare tra via San Vincenzo, via XX Settembre, via Galata ed il quadrilatero. Molti i primi pacchi e sacchi tra le mani dei genovesi. Decine di migliaia di arrivi dalla provincia di Genova e dalle riviere di levante e di ponente.
Varie novità nella city. Nel nuovo negozio Snipes, in quello che un tempo era il feudo di Benetton, folla inverosimile nello store di scarpe che ora vanno di moda tra i giovani di casa nostra; vigilantes privati da Zara sempre in via XX Settembre, pubblico delle grandi occasioni a Kasanova, ai tradizionali magazzini Upim, Oviesse, Rinascente e alle librerie Mondadori e Feltrinelli, che pure sconti non ne fanno visti i prodotti venduti. In fila anche da Carpisa in via San Vincenzo e dai danesi della Tiger.
FIUMARA. Trovare un parcheggio nei 5 piani della Fiumara a Sampierdarena oggi era un delirio. Mezza Genova si è mossa in direzione del centro commerciale ponentino dove si fanno affari d’oro, vista la folla traboccante, composta quasi al 40% da extra comunitari di ogni continente e comunitari vari (larghissima la composita comunità ecuadoriana, spaventata dai recenti casi di meningite mortale a Cornigliano).
OUTLET. Gli sconti per antonomasia si hanno però all’Outlet di Serravalle Scrivia (due poliziotti privati, addirittura, dal negozio di borse Michael Koors con sconti però fino al 20%, che vanno per la maggiore in tutto il mondo) e nel più economico Outlet di Brugnato in val di Vara, nello spezzino (davanti al casello autostradale, molto comodo, dove Camomilla registra il tutto esaurito). Tornando in basso Piemonte, i super marchi carissimi, vedi Dolce Gabbana, Cavalli, Giorgio Armani, non sfondano. Vanno meglio i marchi sportivi con code inverosimili da Nike, Adidas ed  Asics; molto bene i marchi di cosmetica Pupa e Kiko.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport