Tolto il termo scanner alla stazione Principe

Una volta che la Liguria è entrata nella fase “due e mezzo” dallo scorso 18 maggio, all’interno della stazione Principe, lato entrata principale dal capolinea dei bus e dei taxi, è scomparsa la postazione fissa composta da un poliziotto, un membro dell’esercito e personale medico con tanto di termo scanner e richiesta di auto certificazione.
Se l’auto certificazione è stata abolita per i spostamenti regionali, ci sembra assurdo la sparizione del termo scanner, in un periodo in cui il Covid continua a circolare (notizia di ieri, il Coronavirus in Liguria girava già da dicembre, ben prima del paziente zero di Codogno).
Anche perché il virus non è stato affatto debellato. Ricordiamo che il lockdown nazionale arrivò quando in Liguria vi erano meno di cento casi; ad oggi, ve ne sono più di tremila…
Fino al 17 maggio, non vi era un solo passeggero dei treni che a Principe non veniva misurata la temperatura corporea col termo scanner, sia in entrata che in uscita. Controlli serrati vi erano anche nel corridoio piano terra della stazione di Sampierdarena. Ora, anche a ponente tali controlli sono spariti.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport