La metro prolunga in via Canepari, corsa ad ostacoli

Da underground più piccola al mondo nel 19902 con allora solo tre fermate (Brin Certosa, Dinegro e stazione Marittima), a gioiello architettonico cittadino, ecco come si sta trasformando la metropolitana genovese.
Però, dalla Val Polcevera, si vocifera di ripartenza dei lavori non solo in direzione Terralba, quindi oltre valicando il torrente Bisagno, ma anche verso la direttiva di via Canepari, quindi Rivarolo.
Terminata da poco l’audizione del “Comitato Cittadini Liberi di Certosa” nella conferenza Capigruppo del Comune di Genova legata alla Metropolitana.
Dopo aver esposto i motivi di questa audizione, oltre ai temi tecnici legati al progetto esposti dall’ingegnere polceverasco Roberto Attolini, il Comitato ha nuovamente ribadito la volontà di avere a Certosa una Assemblea Pubblica.
Dopo di che hanno preso la parola i consiglieri di minoranza che hanno condiviso le parole dei cittadini e per di più, grazie a Gianni Crivello della Lista Crivello (lui è di Rivarolo) si è ottenuto di avere qui sul territorio un sopralluogo dell'intera Commissione Comunale per verificare il percorso ed l'impatto che tale progetto avrà su Certosa.
Il tema è stato ripreso anche da Cristina Lodi del Pd e Stefano Giordano del Movimento 5 Stelle, ed approvato dal presidente del Consiglio Comunale Piana (Lega) che si attiverà subito, informando anche l'assessore Matteo Campora (Liguria Popolare) e invitando al sopralluogo.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport