Le Lavatrici di Pra' non si toccano!

“Commentando l’avvio dei lavori di demolizione della Diga di Begato, il governatore della Liguria aveva lanciato l'intenzione di procedere ad analoga demolizione anche per il complesso delle “Lavatrici” del quartiere San Pietro di Pra’. Oggi, rispondendo alla nostra interpellanza in merito, la Giunta ha effettivamente confermato che si sta valutando l’idea, sebbene non vi siano ancora progetti in merito. La dichiarazione di Toti aveva giustamente allarmato i residenti proprietari. Ricordiamo ancora una volta che gli otto edifici, quattro in piano e quattro a gradoni, non sono solo pubblici: vi sono infatti moltissime unità che appartengono a distinti e separati proprietari. A fronte di alcune parti completamente pubbliche (che competono ad A.R.T.E. Genova), ve ne sono altre completamente private e altre ancora miste. L’assessore Scajola oggi, difendendo la boutade di Toti, si è arrampicato sugli specchi: come si sentirebbero loro se, nottetempo, apprendessero dai giornali e dalle tv che Regione intende demolire i palazzi in cui vivono con le loro famiglie? Noi non mettiamo in discussione eventuali progetti di riqualificazione urbana. Noi bocciamo i modi e i tempi: l’esternazione del presidente, frettolosa e dettata dalle esigenze della sua eterna campagna elettorale, ha già danneggiato molti proprietari di immobili. E se Scajola e Toti non sono in grado di comprendere che hanno arrecato un danno notevole, è ora che tolgano il disturbo!”, dichiara il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Fabio Tosi commentando negativamente la risposta all’interpellanza odierna.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport