Prima spiaggia corso Italia, terra di nessuno

La prima spiaggia di corso Italia venendo dal centro città

La prima spiaggia di corso Italia venendo dal centro città

Da anni, noi della redazione di “Genovasi” denunciamo il totale degrado ed abbandono della spiaggia di corso Italia, la prima bagnata dal mare venendo dal centro città. A dire il vero, prima dello spiaggione a mezza luna della Foce, vi è un enorme spiaggia abbandonata costruita negli ultimi anni quasi per caso tra la foce del torrente Bisagno e piazzale Kennedy. Ma il degrado totale lo si incontra dopo i campetti della Polis (a 5 e a 7). Qui regna l’anarchia totale, con distese di rifiuti (anche pericolosi, visti i tanti vetri), barboni che girovagano nella “terra di nessuno” tra la storica discoteca di corso Italia e i mini giochi. Quindi ubriaconi che trangugiano vino e birra a volontà, un gruppetto di pensionati italiani che continua a giocare a carte incurante del profondo degrado attorno. Quindi sul molo, vi sono due gruppi separati di pescatori improvvisati: all’inizio, pescano tra le fessure i centrafricani (tutti profughi), in fondo, i nordafricani, tra di essi non corre buon sangue e spesso la situazione degenera, come domenica scorsa, sul tardo pomeriggio, quando si è rischiato lo scontro, evitato per un soffio.
Nella spiaggia tra il moletto e piazzale Kennedy, orrenda, con pietrone non curate, schegge di bottiglia, spazzatura, ed un odore nauseabondo, la situazione, ahinoi, spesso non è delle migliori, con parecchi ubriaconi o sbandati che transitano in zona.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport