Stabilimenti esauriti a Ferragosto. E la crisi?

Il lungomare alassino, in provincia di Savona

Fa un certo effetto osservare come nella settimana del Ferragosto, in pratica tutti o quasi gli stabilimenti balneari della riviera ligure di ponente abbiamo il sold out, il tutto esaurito. Ma non era l'estate della crisi? Di chi non ha reddito? Di chi vuole il bonus?

Un barista di Alassio ammette: "Sono stato chiuso due mesi, ma devo ammettere che dai primi di luglio sto lavorando più degli altri anni". In effetti nella città del Muretto (Baia del Sole) trovare un buco è una impresa titanica. Addirittura, l'unico angolo di spiaggetta privato lato Laigueglia, è stato privatizzato e cogestionate le entrate dal comune levantino. Ma la situazione on cambia nelle località savonesi balneari, come Loano, Pietra Ligure. Qualche buco lo si trova a Finale Ligure.

Nel genovesato, numeri certo non da crisi nelle vicine Arenzano e Cogoleto. Tantissimi turisti in arrivo (stranieri, su tutti i francesi, ma tornano gli americani, nonostante il Covid) tra Portofino, Camogli, Santa Margherita Ligure. Le Cinque Terre continuano ad attirare un buon numero di vacanzieri, in particolare la perla Monterosso.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport