Covid, preoccupa il cluster nello spezzino

“Liguria, ieri: 111 nuovi positivi, con indice di contagio (Rt) a 1,18. E poi ancora Liguria, sempre ieri: seconda regione d'Italia per morti da Covid, subito dopo la Lombardia. Di fronte ai numeri, la propaganda suona stonata, soprattutto se di fronte alla preoccupazione c’è chi cerca di sviare l’attenzione parlando di presunte speculazioni sul lavoro di medici e infermieri. La maggioranza faccia pace con sé stessa: le critiche non sono affatto rivolte al comparto sanitario. Semmai, ci interroghiamo sulla condotta di un'amministrazione regionale che avrebbe dovuto lavorare a monte per contenere i contagi anziché auspicare le ormai ben note fughe in avanti, contrastando le direttive nazionali”, dichiara il capogruppo e candidato alle Regionali 2020 Fabio Tosi. 

Che aggiunge: “E mentre nella nostra regione i positivi aumentano, c'è chi si ostina a postare comunicati sulla bontà delle proprie politiche. Il messaggio secondo cui il centrodestra sarebbe buono e laborioso mentre gli altri remerebbero contro, sta raggiungendo vette stucchevoli e francamente ormai irricevibili. Ebbene, lo ribadiamo: i numeri, con evidenza, ci dicono che la nostra Sanità non è in buone mani. E con questo ci riferiamo a chi gestisce la Sanità in giacca e cravatta, a chi affronta le problematiche solo in chiave elettorale, firmando ordinanze assurde e chiaramente slegate dalla realtà. Scelte che si ripercuotono purtroppo su chi invece la Sanità la gestisce indossando un camice: a medici e infermieri va tutta la nostra comprensione e immutata stima”.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport