Continua la guerra dei murales tra genoani e sampdoriani

Da anni, le tifoserie di Genoa e Sampdoria, stanno dando vita ad una guerra a colpi di pennello e vernice. Una guerra che, però, purtroppo, nel recente passato, ha comportato anche violente risse ai piedi della scalinata Montaldo. Nelle ultime notti, pare ieri notte, la vecchia biglietteria attigua alla gradinata Sud, è stata dipinta con i colori del Genoa. Prima dell'ultimo derby vinto dal Grifone, alcune scritte dei supporters della Brigata Speloncia, avevano scatenato la violenta reazione degli Ultras Tito, con le tifoserie divise dalle forze dell'ordine a Marassi.

Un tempo, invece, i murales che fecero la storia sportiva del capoluogo ligure, furono senza dubbio la diga del porticciolo di Nervi tutto rossoblù coi nove scudetti e la coppa Italia vinta nel 1936 (poi macchiata, dopo 15 anni, dai blucerchiati), senza dimenticare la bandiera al vento davanti alla baia di Boccadasse, rimossa dai fans del vecchio marinaio l'anno scorso e poi rimessa.

Andiamo a mappare le principali vie o muri o scale in città dipinte con i colori delle due squadre di calcio.

GENOA
Vecchia biglietteria di Marassi lato Gradinata Sud (Marassi)
Scalinate di piazza Manin (Manin)
Scalinate di Terralba (San Fruttuoso)
Mura curva viale Bracelli (Marassi)
Muro della chiesa del San Giorgio (Bavari)
Muro curvone Fontanegli (Struppa)
Muro curvone San Martino di Struppa (Struppa)

SAMPDORIA
Scalinate Montaldo (Marassi)
Scalinate da via Cantore a Villa Scassi (Sampierdarena)
Scalinate passo Olivette (Marassi)
Muraglione Via Montesignano (Sant'Eusebio)
Fermata bus Cadinghiara (San Desiderio)
Scalinata di corso Montegrappa (Manin)

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport