Scuola: oggi sciopero e insegnanti precari da Bucci

Lo striscione presente questa mattina in via Roma, portato dagli studenti genovesi

Lo striscione presente questa mattina in via Roma, portato dagli studenti genovesi

“Il giorno dopo le elezioni, il Comune di Genova avrebbe dovuto provvedere alla pulizia e conseguente sanificazione dei 160 seggi elettorali ospitati negli edifici scolastici della nostra città. Ieri però l'amara sorpresa per le famiglie di centinaia di alunni: le aule di almeno 12 scuole che avrebbero dovuto accoglierli, non erano agibili poiché sporche e soprattutto non sanificate. Che cosa non ha funzionato?”, ha chiesto la consigliera M5S Maria Tini, prima firmataria dell'interrogazione discussa oggi in Consiglio comunale. 

“Interpellato in merito, dall’assessore competente sono arrivate le solite maldestre giustificazioni: irricevibile che dia la colpa al Governo e al Ministero dell'Interno e che cerchi di celare la propria inadempienza chiamando in causa l'allargamento dei seggi ad altre classi non previste allo scopo”. 

“Per quanto riguarda i presunti mancati finanziamenti, ricordiamo all’assessore competente che, in base al decreto legge 117 dell'11 settembre, il Governo ha stanziato 39 milioni proprio per le sanificazioni post elettorali. In merito all'allargamento dei seggi, se e quando ciò è avvenuto, siamo al cospetto di casi isolati. Da anni sono rappresentante di lista proprio in una delle 12 scuole trovate inagibili e di certo quanto visto ieri non era mai successo”. 

“Oltre al vergognoso stato in cui sono state lasciate le scuole e alle giustificazioni pasticciate della Giunta, riteniamo inaccettabile che l’assessore e il presidente Piana non si siano poi degnati di ascoltare la nostra controreplica e di vigilare sul corretto iter dell’interrogazione: troppo presi a chiacchierare tra loro, non hanno colto una sola parola”. 

“Il sindaco e la giunta comunale si scusino con i cittadini sia per lo stato in cui sono state lasciate le scuole, sia per non aver ascoltato noi consiglieri che quei cittadini li rappresentiamo in Aula”, conclude Tini.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport