Criticità sugli attraversamenti pedonali a Molassana

Molassana in val Bisagno

Molassana in val Bisagno

“Sono tre anni che chiediamo alla Giunta di mettere gli attraversamenti pedonali della nostra città in sicurezza, adoperandosi ad esempio per risolvere gli annosi problemi della tracciatura delle strisce o della visibilità dei passaggi pedonali. Purtroppo, però, sono tre anni che sentiamo solo scuse irricevibili: nessun mea culpa nemmeno di fronte all’evidenza”. 

“Infatti, è successo ancora: quattro giorni fa, sull’attraversamento di via Molassana all'altezza di via Gherzi si è verificato un altro grave incidente ai danni di un pedone, investito da uno scooterista che non lo avrebbe visto. Questa volta, il sinistro è stato fortunatamente senza conseguenze tragiche, ma poteva andare peggio. Poteva andare come quando, su quelle stesse strisce, vi perse la vita l’86enne Linda”. 

“Quello di via Molassana peraltro non è l'unico attraversamento pericoloso della Bassa Val Bisagno: notori sono infatti quelli di via Mogadiscio e via Bobbio. Possibile che i cittadini debbano continuamente correre il rischio di essere investiti sulle strisce pedonali dei loro quartieri? Basta! I progetti per mettere le strade in sicurezza ci sono e alcuni di questi sono ottimi, peccato però che l’amministrazione preferisca lasciarli nel cassetto”.

 

“Noi continueremo a denunciare e chiedere si arrivi all’auspicata messa in sicurezza, peraltro già approvata in sede di consiglio municipale e comunale ma nei fatti mai concretizzata. Basta con le giustificazioni e le giravolte lessicali: questa inadempienza è inaccettabile”, ha dichiarato il consigliere comunale Stefano Giordano a margine dell’interrogazione dedicata discussa oggi in Aula.

 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport