No al pranzo di Natale della Comunità di Sant'Egidio

Il tradizionale pranzo natalizio di Sant'Egidio alla chiesa della Nunziata

Il tradizionale pranzo natalizio di Sant'Egidio alla chiesa della Nunziata

Diventato un appuntamento fisso del Natale genovese, il tradizionale pranzo presso la bellissima basilica in piazza della Nunziata, quest'anno, per ovvie ragioni di Coronavirus, purtroppo non si farà.
Nel weekend della solidarietà, in occasione della giornata mondiale dei poveri indetta da Papa Francesco, la notizia è stata resa ufficiale da fonti vicine alla comunità cattolica progressista che ha sede nella chiesa dell'Annunziata, un tempo detta del Vastato.
La Comunità di Sant'Egidio è nata a Roma nel 1968, per iniziativa di un giovane, allora meno che ventenne, Andrea Riccardi. Iniziò riunendo un gruppo di liceali, come era lui stesso, per ascoltare e mettere in pratica il Vangelo. A Genova ha tanti seguaci, i quali hanno preso possesso della bellissima chiesa che sovrasta piazza della Nunziata e dà il via all'arteria universitaria cittadina, via Balbi, volgendo le spalle a piazza Fratelli Bandiera.

La prima “opera” della Comunità di Sant'Egidio è la preghiera.
La seconda “opera” della comunità, è la comunicazione dei Vangelo.
Terza “opera” caratteristica di Sant'Egidio, è il servizio ai più poveri



Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport