Stazione di Via di Francia, una cattedrale nel deserto

Una entrata della stazione di via di Francia, lato Wto

Una entrata della stazione di via di Francia, lato Wto

Una cattedrale nel deserto, una stazione fantasma o quasi. Attiva dal 2005, quando a Genova vennero inaugurate altre stazioni, quella di via di Francia a Dinegro (posta a metà strada tra Principe e Sampierdarena), in realtà è stata quasi sempre snobbata dai pendolari genovesi. Eppure è in una posizione geografica invidiabile ed utile per migliaia di lavoratori, l'idea fu brillante. 
Creata apposta, assieme a San Biagio in val Polcevera, per snellire il flusso delle auto e moto dei pendolari per servire in particolare l’annesso Wto, il Matitone o gli uffici limitrofi di Sampierdarena e San Benigno, si è rivelata, forse, un po’ un buco nell’acqua, visti i pochissimi passeggeri che scendono o salgono dalla stazione di via di Francia.
Stilisticamente è molto bella, ma ci sono pochissimi treni che si fermano, inoltre la stazione è ancora incompleta, anche se tanto comoda, visto che vi sono diverse linee Amt con due fermate nei limitrofi.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport