La bambina nigeriana non si sentirà ligure

Il Governatore ligure Giovanni Toti ha scatenato una bagarre politica di inizio anno assumendo posizioni di sinistra secondo gli alleati

Il Governatore ligure Giovanni Toti ha scatenato una bagarre politica di inizio anno assumendo posizioni di sinistra secondo gli alleati

Un bambino o una bambina, nata sul suolo italiano da genitori stranieri, col passare degli anni, nella maggioranza dei casi, non si sente affatto italiano o italiana, con buona pace dei buon pensanti di sinistra. Non è una frase di destra, ma una constatazione dei fatti: basta chiederlo ai figli dei 30 mila ecuadoriani liguri. Solo dalla terza generazione in poi, i figli o figlie, come avvenuto in Francia con i magrebini o centroafricani, in Germania con i turchi ed i curdi, in Inghilterra con i caraibici, iniziano a sentirsi francesi, tedeschi o inglesi. 
A dirlo è l'esperienza: basta chiederlo ai tanti stranieri presenti nella nostra città: loro mantengono usi, costumi ed usanze dei loro paesi d'origine, e non si sentono affatto nostri concittadini, come è giusto che sia; i loro figli piano piano iniziano ad assimilare le usanze nostrane, ma non sono ancora italiani, anche se farebbe molto comodo ad una certa parte politica. Ripetiamo: basta chiederlo ai loro, e vedrete le loro risposte.  
Un ultimo esempio: le tante donne ecuadoriane, romene, albanesi, che si sono sposate coi genovesi, non sono italiane nel loro cuore, anche se per lo stato italiano lo sono per legge. Chiedete a loro. Si sentono ancora attaccati alla loro nazione, ma è una cosa bellissima questa, è una parte politica italiana che li vuole sradicare dalle loro terre.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport