I parcheggi di Via T. Grossi non si toccano, ne ora ne mai

I parcheggi dei residenti in Via T. Grossi e in Via Eridania fanno sicuramente gola a molti, soprattutto agli operatori di grosso calibro che insistono nella via in questione. Nessuno nega il ruolo sociale di questi operatori nel quartiere che a maggior ragione dopo la crisi pandemica e la guerra in Ucraina a causa dei rincari necessitano di supporto vero e concreto dalle istituzioni locali e nazionali, ma non sulla pelle di chi vive nella vie in questione già colpiti sia dalla crisi che dal degrado generale del quartiere di Sampierdarena. I parcheggi sono frutto dei sacrifici delle famiglie del quartiere e sono un diritto acquisito non negoziabile. L’amministrazione sa bene che esiste una soluzione che accontenterebbe tutti, l’acquisizione del capannone bruciato di Iren, che se bonificato e pulito in tempi ragionevolmente veloci offrirebbe ai clienti delle attività sportive un parcheggio sicuro e tranquillo.
Ho chiesto all’ assessore competente di fare un sopralluogo in zona, piuttosto che scontentare i residenti sarebbe corretto premiarli lavorando a una riqualificazione urbana importante delle Vie Grossi, Eridania e Spataro, dislocando in porto le servitù presenti ( operatori dei container).

Lo dice in una nota il vice capogruppo del carroccio in consiglio comunale a Genova Davide Rossi.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport