Regione Liguria: riconoscimento dello stato di emergenza per la siccità

Il torrente Bisagno a secco in questi giorni di siccità

Per Cia Agricoltori Liguria, la richiesta di Regione Liguria per il riconoscimento dello stato di emergenza in relazione alla siccità, è un passo in avanti.
“ Una tappa importante per garantire risposte al settore agricolo – sottolinea Stefano Roggerone, presidente regionale di Cia -. Un’azione che abbiamo sollecitato nei giorni scorsi con una nota inviata al presidente Toti dove abbiamo segnalato come risulti già fortemente colpita la fascia olivicola costiera con una riduzione di produzione non inferiore al 30%, nonché le produzioni foraggere appenniniche con una riduzione del fieno prodotto del 50% alla quale si aggiunge la pressoché impossibilità di utilizzo dei pascoli. Risultano critiche, in molte aree , anche produzioni ortive in pieno campo. La stessa vigna, specie a ponente, manifesta stress da caldo eccessivo e carenza idrica”.
Cia Liguria ribadisce la necessità di un doppio binario di interventi. Da un lato l’emergenza da fronteggiare con azioni che possano limitare il danno economico attraverso ristori e sostegni al settore. Dall’altro la necessità di dare seguito ad interventi strutturali che devono essere programmati ed attuati nel prossimo futuro.
“ E’ fondamentale la realizzazione di piccoli invasi, il miglioramento delle rete degli acquedotti irrigui – conclude Stefano Roggerone – nonché il riuso delle acque di depurazione e l’applicazione di tecniche di monitoraggio dei fabbisogni idrici: tutte azioni che devono andare a costituire un vero e proprio piano irriguo regionale”.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport