Si vota il 26 maggio

L'elettore esprime il suo voto tracciando con una matita un segno sul contrassegno corrispondente

alla lista prescelta o nel rettangolo che lo contiene. Può esprimere da uno a un massimo di tre voti di preferenza, che devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l'annullamento della seconda e della terza preferenza espressa. Le preferenze possono essere espresse solo per i candidati compresi nella lista votata, attraverso il nome e cognome (in casi di omonimia) dei candidati scelti.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport