Il Gaslini sospende le prestazioni sanitarie differibili

La Direzione Sanitaria comunica che a seguito del DPCM 8 marzo 2020 e delle disposizioni regionali fino ad oggi emanate, l’Istituto Gaslini mantiene la completa accessibilità per tutte le prestazioni sanitarie da erogarsi in condizioni di “emergenza-urgenza” e per tutte le prestazioni definibili come “indifferibili”, per tutti i pazienti provenienti da tutto il territorio nazionale.

Le prestazioni indifferibili  sono:
 Visite ambulatoriali codici U e B;
 Trattamenti terapeutici/riabilitativi non rimandabili (chemio e radioterapie, trasfusioni, protocolli di sperimentazione in corso, terapie sostitutive, ecc.) e percorsi diagnostici finalizzati alla loro attivazione e/o follow-up;
 Prestazioni e procedure diagnostiche e/o terapeutiche in anestesia generale programmate (punture lombari, puntati midollari, diagnostica RM e TC, ecc.) che rispondono ai criteri di urgenza o indifferibilità;
 Attività di diagnosi prenatale in corso di gravidanza e di tutela della maternità, ad esclusione dei corsi pre-parto;
 Medicazioni e rimozioni gessi e tutori
 Screening neonatali tempo dipendenti (eco anche, screening audiologico neonatale, test del riflesso rosso, screening fibrosi cistica, ecc)
 Tutti gli interventi chirurgici classificati come afferenti alla classe di priorità A come definita dalle linee guida ministeriali salvo diversa e più puntuale valutazione clinica.

Sono invece sospese dal 10 marzo e sino almeno al 15 aprile le prestazioni sanitarie definibili come “differibili”, ossia quelle non presenti nell’elenco precedente, per tutti i pazienti provenienti da tutto il territorio nazionale.
L’Istituto Gaslini procederà attraverso i propri servizi a sospendere le prestazioni differibili come sopra individuate e già prenotate e si impegna a riprogrammare appena possibile quanto sospeso ricontattando direttamente l’utenza.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport