Gli auguri di Buon Natale da Mons. Tasca

L’Arcivescovo di Genova, Marco Tasca, in sella dal giugno 2020, ha rilevato come sia forse inappropriato dire, come avviene spesso in questo anno di pandemia, che quello che sta per arrivare sarà un Natale più serio e senza gioia. In verità, il Natale di Gesù in sé e per sé non fu così semplice: “Il Natale storicamente non fu agevole, e vederlo oggi come una festa solo bella non corrisponde esattamente alla storia”.

Il Natale - ha detto l’Arcivescovo - è fatto di momenti belli ma anche di fatiche; per questo, soprattutto quest’anno, il Natale deve essere vissuto come un’occasione da parte dei Cristiani per chiedere al Signore: “Aiutaci a capire la tua presenza in questa situazione”. E’ questa la vera sfida cui tutti siamo chiamati.

Per chi non crede, il Natale è comunque un momento molto bello perchè parla di clima familiare, e anche di solidarietà: “Quanta solidarietà si coglie in questo periodo: tutti siamo chiamati ad alzare gli occhi e vedere, intorno a noi, le esigenze e i bisogni che ci sono”. “Certamente siamo tutti nella stessa tempesta in questa situazione di pandemia, ma non tutti siamo nella stessa barca”. “La barca – ha detto ancora l’Arcivescovo – è diversa, perchè ogni situazione personale è a sè”. Dunque, Mons. Tasca ha invitato alla solidarietà: “Diamoci una mano affinchè tutti possano avere almeno una piccola barchetta per navigare in questa fatica e in questa difficoltà”.

Al termine del suo messaggio di auguri, l’Arcivescovo ha poi risposto ad alcune domande poste dai giornalisti.

Nella sua riflessione, Mons. Tasca ha rilevato l’importanza di fare insieme gioco di squadra di fronte alle difficoltà economiche, sociali e lavorative, rilevate anche nel mondo della comunicazione, oggi sempre più difficile e precario.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport