Pazzo meteo a Genova, tra caligo, vento e grandine

Genova e la sua Val Bisagno - centro, vista da via Cabella, Mura dello Zerbino

Genova e la sua Val Bisagno - centro, vista da via Cabella, Mura dello Zerbino

Negli ultimi giorni a Genova è successo di tutto, il clima pare davvero impazzito.
In primis, una strana nebbia, è salita dal mare, arrivando a lambire tutti i quartieri costieri genovesi, e spingendosi fino al Tigullio da una parte, e quasi il savonese dall’altro. Un fenomeno atmosferico che ha spaventato molti genovesi, durato dal primo pomeriggio fino a notte inoltrata, e poi tornato per un breve lasso di tempo nel mattino seguente. Una nebbia che saliva dal mare devastante, tant’è che tutto il porto genovese si è fermato,. Idem l’aeroporto “Cristoforo Colombo”. Genova pareva essere nell’epicentro della pianura padana, ma i metereologi hanno subito chiarito che si trattava di un fenomeno atmosferico che può succedere, anche se raramente. La nebbia era arrivata fino all’altezza della stazione Brignole da una parte, e all’altezza della stazione Principe dall’altra.
Quindi ecco il vento. Due giorni fa su Genova si è abbattuto, tra le 10,30 e le 12,230, un vento mostruoso. Raffiche di vento che hanno spazzato la costa, provocando diverse onde di una certa entità. In città si sino registrati momenti di panico in corso Gastaldi, dove un bidone della raccolta differenziata della carta, andava a sbattere all’impazzata su auto e moto in corsia, poi in corso Torino si sono divelti parecchi rami, così come in via Walter Fillak, mentre in via delle Gavette a Staglieno delle tubature sono volate giù nel parchetto sotto al viadotto del Bisagno, provocando la chiusura dell’arteria. Impalcature stradali in via D’Aste e via Dottesio a Sampierdarena si sono abbattute sulle case, mentre moto parcheggiate in viale Brigata sono state sbattute a terra con violenza.
Infine, la grandine, stamattina, accompagnata da un repentino calo delle temperature che ha fatto battere i denti ai genovesi, che avevano già messo in cantina il piumino. Grandine mista a pioggia, per circa 25 minuti di fila, che ha imbiancato i giardini ed i parchi dei genovesi, compresi i cimiteri. Su tutte le auto in sosta voi era un palmo di ghiaccio.

Di Andrea Bazzurro

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport