Massimo Niero (Pd) per tutela della costa e del territorio

“Il dissesto idrogeologico è il principale problema che affligge il nostro territorio. Fermarlo significa salvare vite umane. Bisogna procedere prima di tutto con la mitigazione del rischio e quindi correzione e protezione, opere idrauliche e difesa dei versanti. Dobbiamo utilizzare ogni centesimo messo a disposizione dall’Europa, dallo Stato centrale e utilizzare con criterio le risorse regionali, ma serve anche mettere in condizione gli Enti locali di fare progettazione, aiutandoli mettendo a disposizione gli uffici della Regione. Questo aspetto è decisivo anche per garantire una piena mobilità stradale nel nostro territorio, penso ai tanti comuni dell’entroterra rimasti spesso isolati a seguito di frane e smottamenti. Il secondo grande problema riguarda i cambiamenti climatici che stanno rinforzando le mareggiate, sempre più potenti ogni anno che passa, che divorano chilometri di litorale: tra pochi anni, senza interventi drastici, ma seri e ragionati, non avremo abbastanza spiagge, che sono fonte di turismo e di lavoro. Anche le recenti indagini, penso a quella di Legambiente sul drammatico fenomeno dell’erosione, dimostrano l’urgenza di intervenire. Obiettivo primario è quello di un grande piano di tutela della costa, con azioni mirate alla protezione del litorale, alla riconversione delle opere e alla riduzione del cemento. E’ indispensabile una protezione basata su dighe soffolte e su interventi strutturali di ripascimento. Possiamo e dobbiamo farlo per le future generazioni”, afferma il Dem, candidato alla prossime elezioni regionali nel collegio savonese, Massimo Niero.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport