Salvini tour: folla in piazza Settembrini a Sampierdarena

Folla di leghisti in piazza Settembrini a Sampierdarena

Folla di leghisti in piazza Settembrini a Sampierdarena

Giornata estenuante quella di Matteo Salvini in Liguria, a tre giorni dalle regionali che toccano anche la nostra vregione Liguria.
La tappa genovese si è articolata su tre appuntamenti: alle 15,45 in piazza Settembrini, nel cuore della (ex) rossa Sampierdarena, poi a Chiavari, quindi al Moody in piazza Piccapietra.
Circa 200 fans ponentini hanno risposto al “Capitano2, in una piazza, simbolo del ponente operaio genovese, blindata dalla polizia, che ha chiuso via Cantore, piazza Montano e via Reti, dall’assalto di circa 50 centri sociali genovesi, con il loro storico striscione “Genova Anti fascista”, che per tutto il tempo del comizio del leader della Lega hanno disturbato con cor9i, fischi, insulti e schiamazzi vari.
Nessun contatto tra gli opposti fans. Quelli della Lega sono passati attraverso un varco doppio di piazza Montano e di via Buranello, mentre i centri sociali si sono radunati in piazza Vittorio Veneto, per poi sfilare in via Buranello.
Sul palco della Lega è salito anche Edoardo Rixi, con Davide “Davidino” Rossi (di Sampierdarena) nei panni del dj e di Alessio Bevilacqua (di Pontedecimo) a scattare le foto ai fans.
In piazza anche alcuni stranieri filo Lega: come un peruviano sulla sessantina, un ecuadoriano sulla cinquantina, ed una accanita mamma senegalese con la figlia di 4 anni in braccio che ha applaudito il discorso del “Capitano” contro la Ministra Azzolina.
Moderato il discorso di un Salvini molto provato dal tour de force elettorale: al mattino presto era infatti a Loano, poi a Sanremo. Quindi Genova.

di Andrea Bazzurro

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport