Garibaldi (PD): “Zona gialla, ve ne è ancora di strada”

“Il quadro dell’evoluzione dell’epidemia COVID in Italia sta mostrando progressivi segni di riduzione, perché le misure messe in atto hanno avuto il tempo necessario per poter “abbassare la curva”. Questo elemento, che vede calare il numero di nuovi positivi, è uno degli indicatori, ma non l’unico. Resta ancora evidente - e drammatico - il numero di nuovi decessi quotidiani, che nel momento in cui scrivo ha raggiunto oltre 800 morti giornalieri in Italia. E le oltre 20000 vittime nella seconda ondata, poco meno di quelle raggiunte nella drammatica ondata della scorsa primavera.

Per questo penso sia giusto continuare ad avere un messaggio di prudenza e di responsabilità nella gestione della fase meno acuta, evitando gli errori del passato: continuare a rafforzare il tracciamento, gli screening, le strutture dedicate, l’attività domiciliare, che non possono attivarsi solo durante l’emergenza, ma devono costituire da filtro preventivo rispetto al virus, per impedirne la proliferazione.”, osserva il confermato consigliere regionale del Pd, Luca Garibaldi

 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport