Scuole calcio genovesi: chi chiude, chi va avanti

La Sciorba a Molassana

La Sciorba a Molassana

Non si capisce più nulla. Nel calcio giovanile genovese, infatti, le società sportive dilettantistiche, prive dello spogliatoio, tra mille delimitazioni e intoppi burocratici, si stanno barcamenando come possono, senza la certezze del pagamento delle quote da parte dei genitori, con vari intoppi di natura civile e penale in caso di contagio nonostante un protocollo federale da seguire.
Insomma, l’incertezza regna sovrana. Il Comune di Genova ha fatto un grande passo in avanti rinunciando al canone delle società che hanno un campo in gestione, ma le atre? Quelle che sono in affitto?

Nel frattempo, a Genova provincia, le uniche società che hanno fermato, per il momento (in attesa di capire se stasera diventiamo zona arancione o rossa), i rispettivi Settori Giovanili e Scuole Calcio sono:

Sampdoria (fino alla leva 2008, dalla 2007 in su si allenano)
Molassana
Baiardo
Città Giardino
Fulgor
Ca de Rissi San Gottardo
Vallescrivia
Polis
Pro Pontedecimo
Borgoratti


Le altre per ora vanno avanti, ma tra mille difficoltà, con allenamenti distanziati, quindi senza la possibilità di effettuare partitelle, uno contro uno, due contro due, eccetera. UN bel rebus, anche perchè non più calcio questo.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport