Mosse Genoa

Il difensore Gamberini (classe 1981) resta al Genoa

Il difensore Gamberini (classe 1981) resta al Genoa

Dopo Lodi e Ze Eduardo, ceduti rispettivamente al Catania e ai brasiliani del Coritiba, il Genoa opererà

altre mosse in entrata e in uscita. A breve ci sarà una telefonata tra il presidente del Genoa Enrico Preziosi e il suo collega del Napoli Aurelio De Laurentiis per definire il passaggio in azzurro di Luca Antonelli. C'è gia un accordo di massima: 7 milioni per la valutazione dell'esterno rossoblu a cui si toglieranno gli 800mila per il riscatto di Gamberini a giugno. Il Napoli per ora sta battendo altre piste e tiene in stand by l'affare, il padre di Luca Antonelli, Dustin, ex giocatore rossoblù dei primi anni Ottanta, ha frenato sull'operazione. Oggi dovrebbe esserci un incontro tra l'ad della Juventus Marotta e Fabrizio Preziosi per De Ceglie al Grifone, l'ideale sostituto di Antonelli. Nel caso saltasse De Ceglie, sempre con la Juventus si è imbastito un ragionamento che porterebbe il centrocampista classe 1984 Padoin alla corte di Gasperini, con la formula del prestito con diritto di riscatto. In uscita non si muove nè Gamberini, che resterà bloccato per due mesi causa infortunio (si spera in un recupero lampo di Portanova, altrimenti spazio al titubante De Maio) ed era stato cercato dai modenesi del Sassuolo, nè Kucka, il cui rientro è previsto per fine aprile, metà aprile al massimo se brucerà i tempi.
Intanto l'ex rossoblù Criscito è conteso da Fiorentina e Inter, mentre Milito ha giurato amore eterno ai colori nerazzurri dell'Inter scatenando le ire della tifoseria genoana che si sente tradita dal "Principe" di Baires.
Da scartare l'arrivo a centrocampo di Nocerino (un altro ex ancora dopo Criscito e Milito), accostato al Genoa: il fosforo della linea mediana del Milan ha un ingaggio di 1,5 milione di euro all'anno, decisamente troppo per le casse del Grifone.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport