Preziosi: alla Guardia!

Enrico Preziosi

Enrico Preziosi

A volte serve, anzi, quasi sempre. Basta chiederlo ai cugini, che ci salirono con Novellino, Iachini, meno

con Zenga. Anche il Genoa, nel recente passato, era salito al monte Figogna al Santuario della Guardia, a piedi, con Gasperini mister. Ora il joker invoca il santuario mariano che da sempre protegge la nostra città per scongiurare la caduta del Grifo verso la B dopo la disfatta, la terza di fila, di sabato col Bologna, a Marassi: "Non si può essere polli così, c’è stata troppa frenesia. Quando siamo rimasti in 10 dovevamo restare calmi, invece volevamo andare a vincere anche con l’uomo in meno e così non avevamo equilibrio in campo. Così ci ritroviamo con zero punti dopo una partita che potevamo vincere 4-0".

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport