Addio Gasp

Mister Gasperini saluta la Nord

Mister Gasperini saluta la Nord

Giampiero Gasperini lascerà il Genoa a fine stagione? Se ne parlava, domenica, in tribuna visto che il Presidente

mancava ancora al suo posto e solamente l’avvocato Mascia, Zarbano e l’immancabile Massimo Donelli resistevano nella loro presenza.
Purtroppo (diciamo noi) Gasperini chiuderà il suo ciclo rossoblù: sta infatti raccogliendo le ultime soddisfazioni, ha il “sì” incondizionato del 95% della tifoseria, la salvezza della squadra, il piacere di abbracciare sorridendo (come abbiamo visto domenica) i “suoi” ragazzi. Ma ormai la rottura con la frangia minoritaria (gli ultras integralisti) è confermata. E lui, serio professionista, non ce la fa più, o meglio, si è detto dopo anni di successi: “Chi me lo fa fare a vivere in questa continua difficoltà di rapporti?”.
Peccato, diciamo noi, peccato che il calcio (queste cose, ovviamente, accadano anche da altre parti…) per una frangia minore di contestatori finisca sempre in questo modo: con i migliori che pagano e con immagini molto negativi della società. Gasperini se ne va, crediamo, perché si è sentito “solo”, difeso soltanto dalla sua professionalità. Dove andrà? Molte le richieste: dal Torino, al Bologna, all’Udinese (che ha cambiato con Gigi De Canio la brutta stagione di Colantuono, altro mister contestato dalla frangia minoritaria della tifoseria), Cagliari. Non avrà che l’imbarazzo della scelta. E il Genoa si troverà a cercare l’ennesimo allenatore disperato alla ricerca di un posto.
In verità Preziosi ha già capito l’antifona, e ha già pensato ad un eventuale sostituto. Sarà quasi sicuramente Ivan Juric, allievo proprio di Gasperini, ottimo conductor al Crotone in serie B, in aria di promozione nel massimo campionato. Almeno questa potrebbe essere l'unica scelta sensata in questa annata che si sta concludendo.
La tribuna, domenica, quando si è chiesto cosa si pensava di questo addio di Gasperini con l’avventura rossoblù tutti (dall’avvocato Vaccaro, al commercialista Rosina, al professor Gatto, soprattutto all’intellettuale Tonino Bettanini, oltrechè all’ex giudice Francesco Lalla, al parlamentare Mario Tullo, al veterinario Mario Zunino, al ristoratore principe Enzo Verrone) hanno commentato: “È vero, peccato, speriamo ci ripensi, sarebbe una perdita grave”.

VITTORIO SIRIANNI 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport