Chiedi al torrente-stragi partigiane in valpolcevera

La copertina del volume

Si è tenuta giovedì sera in una affollata sala del Centro Sportivo della Club Erg di Bolzaneto

, la presentazione del libro: "CHIEDI AL TORRENTE -Le stragi partigiane in Valpolcevera nel 1943-1945" di Gabriele PARODI e di Paola CORAINI..I caduti per mano partigiana-tra militari e civili-furono in tutta Genova circa 1900 di cui 180 nella sola Bolzaneto. Oltre la metà sono vittime civili di  cui nove donne. Perché  tanti morti in una delegazione di sole 10 mila persone si chiedono gli Autori che vivono in Valpolcevera?.Il principale luogo di detenzione e di esecuzione per i prigionieri in questa zona-regno incontrastato della Brigata Volante "Balilla"-fu l'ex deposito di legnami Scorza sulla strada che a Bolzaneto sale verso il paese di Geminiano che costeggia l'omonimo torrente. Qui venne violentata e assassinata il 26 aprile 1945 la studentessa diciottenne Angela Cereseto il cui cadavere ,ritrovato  insieme con quelli del fratello e del padre ,nel torrente Geminiano ,è tumulato nel cimitero di Staglieno. "E' un'opera coraggiosa di ricerca storica che si avvale anche di documenti inediti di parte resistenziale ed un prezioso contributo alla Storia-verità-hanno detto nelle loro introduzioni Gianni PLINIO e Andrea LOMBARDI. Chiediamo al Sindaco Marco BUCCI ed al Presidente della Regione Giovanni TOTI-cui doneremo il libro- di voler ricordare con rispetto anche il sangue dei vinti .Diversamente  il 25 aprile non potrà mai essere né una festa condivisa né tantomeno una festa di tutti".

ultimi articoli nelle categorie