Piu’ Europa (Martina Riva) sulla Gronda

Martina Riva di"Più Europa Italia in Comune"

Martina Riva, candidata nel nord ovest per Più Europa. Insieme al segretario Benedetto Della Vedova

, al candidato Marco Marazzi e al Segretario del PSI Enzo Maraio, osserva. 

 

“Gronda di Genova, silenzio assordante da parte delle forze politiche al governo”

 

Il primo passo in Europa per rilanciare le infrastrutture liguri è la concreta applicazione della Decisione 2435/2018 che consente di finanziare la Gronda di Genova in modo da dividere il traffico pesante da quello leggero, dare respiro alla città e rafforzare il porto.

Nel quadro delle regole europee, infatti, la realizzazione della Gronda può costituire il presupposto per il finanziamento delle infrastrutture ad essa connesse ed essenziali per la piena attuazione del diritto alla mobilità, vero cuore dell’ordinamento dell’Unione europea.

Si pensi al tunnel subportuale in sostituzione della sopraelevata, ai parcheggi di interscambio per evitare che il traffico privato intasi il centro cittadino e alla metropolitana leggera: tutte opere che potrebbero essere la naturale conseguenza dell’avvio della Gronda di Genova grazie all’applicazione della Direttiva 23/2014/UE e della Decisione 2435/2018.

Tutto questo, tuttavia, non è automatico: presuppone molto lavoro e molta competenza da parte di tutti i rappresentanti istituzionali, caratteristiche sempre più rare nell’odierno panorama politico.

 I politici locali, a partire dal sindaco Bucci e dal presidente Toti, si sono finora mostrati ambigui sul tema. Stessa cosa ha fatto il sottosegretario Rixi, seppur genovese. Il Movimento 5 Stelle ha bloccato un’opera già pronta. PiùEuropa è nettamente a favore del fatto che dette opere vengano portate avanti.

Della Gronda si parla da anni e non si è fatto nulla. Se Genova vuole diventare porto europeo oltre che italiano i tempi di discussione e approvazione di opere importanti per la viabilità vanno accorciati e velocizzati. Il mondo non aspetta.

ultimi articoli nelle categorie