Aria ancora mesta sotto al Morandi

Passando sotto al ponte Morandi, in via Walter Fillak, l'aria è ancora quella da due novembre

del post crollo. Non mancano, già dopo la storica pizzeria "I Lupi", i primi volontari della Protezione Civile, i cartelli pronti ad essere chiusi in caso di imminenti pericoli o scricchiolii, ed ancora i vigili del fuoco, i vigili urbani e la polizia. Molte case sono allo sbando più totale, con finestre aperte, le tende che svolazzano fuori, sembra di vivere nel pieno di una guerra: sono gli appartamenti dei circa mille sfollati. Quelli in attesa di capire quando potranno tornare a vivere nella loro Certosa, tra via Fillak, via Porro, via Perlasca e corso Perrone. Non mancano gli striscioni sui muri e le scritte vergate con la bomboletta spray, di gente che vuole vivere e non sopravvivere.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport