Pioggia battente nel Tigullio

Ieri sera un violento acquazzone ha colpito Chiavari, ma il fiume Entella

e il torrente Rupinaro non sono usciti dai rispettivi argini. Ben più grave la situazione Rapallo, dove tra le 19 e le 19,15 di ieri sera si è scatenata una vera e propria bomba d’acqua, come ha affermato il sindaco ruentino Carlo Bagnasco ai microfoni di Primocanale nella diretta con Giovanni Porcella, che ha intervistato vari sindaci genovesi. Allagamenti si sono verificati in parte di via Mameli e in Corso Italia dove i danni più gravi li avrebbe subiti il negozio della famiglia dell’assessore al turismo Elisabetta Lai. Il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco ha spiegato: “Sono in contatto con la protezione civile. Mi ha detto l’assessore Giampedrone che a Rapallo in meno di mezz’ora sono caduti 30 millimetri di pioggia; troppa per questa città nonostante la recente pulizia di tombini e caditoie. I negozianti che aveva messo le tavole nelle guide a protezione del negozio, hanno limitati i danni, ma non tutti avevano previsto questo nubifragio, breve ma intensissimo”.
Ma il comune più colpito in Liguria è la piccolissima Barbagelata, in val Fontanabuona, con 66 millimetri in mezz’ora, il doppio esatto di quanto successo a Rapallo.
Invece, il sindaco del Comune di Deiva Marina, la prima dello spezzino venendo da Moneglia, osserva: “Il peggio è passato, non abbiamo avuto danni, purtroppo ci ha rovinato un week end estivo, ma non possiamo lamentarci, questa estate è andata molto bene, e poi ne abbiamo altri due di settembre”.

ultimi articoli nelle categorie