Zona di Campi presa d'assalto

Una folla come quella di oggi, dicono all'Ikea, non si era mai vista, nemmeno nei giorni precedenti

il Natale. Per trovare un parcheggio davanti al park della ditta svedese, non c'era nemmeno un buco dalle ore 14 in poi, bisognava andare fino a corso Perrone, o addirittura occupare gli spazi di altri negozi e tante erano le auto in multa. Complice il primo vero week end autunnale, tantissimi genovesi hanno preso d'assalto non solo l'Aquilone a Bolzaneto (ma almeno qua i parcheggi si sono trovati nel reparto B), ma sopratutto il colosso nordico dell'Ikea. Impressionante il muro umano dalle casse automatiche e da quelli con le cassiere, faceva paura l'attesa per assaggiare qualcosa tipico di scandinavo, come per degustarsi un hot dog farcito di senape, ketchup o maionese o  l'originale succo di pera gassato e la bevanda al mirtillo gassata. Affari altissimi in casa Ikera, un po' meno bene, ma sempre con il segno più, nelle vicine Leroy Merli e Decathlon, mentre la Sogegross era chiusa, proprio alle spalle dell'Ikea.

ultimi articoli nelle categorie