Rossetti: sull’azzardo accordo raggiunto

Pippo Rossetti

Siamo soddisfatti che sia stata raggiunta un’intesa fra Stato e Regioni

in materia di azzardo, tesa, come auspicavamo, alla riduzione del numero delle sale da gioco, affinché lo Stato abbandoni sempre di più il ruolo di “biscazziere”. Ci pare anche che questo patto rispetti l’autonomia delle Regioni e degli Enti locali.

La legislazione ligure in materia è in linea con quanto emerso oggi a Roma. Toti aveva prorogato di un anno e mezzo l’applicazione della legge del 2012 proprio in attesa della Conferenza Stato-Regioni. Ribadiamo l’utilità della norma approvata cinque anni fa e rivendichiamo i buoni risultati ottenuti finora dai regolamenti comunali che da essa discendono. La Giunta Toti adesso deve attivarsi per rendere quella legge operativa e non sospenderla, in modo da dare una risposta concreta e proficua ai cittadini, visto che, con quest’intesa, le leggi regionali più restrittive della norma statale vengono salvaguardate. L’obiettivo deve essere quello di ridurre le sale slot, come del resto è emerso dalla Conferenza Stato-Regioni. Speriamo poi che si possa intervenire anche sul tema della pubblicità dell’azzardo, che per il momento non è stato ancora affrontato. La Conferenza di oggi ha segnato un primo passo anche in questa direzione, nella certezza che presto, come avviene da tempo per le sigarette, sia vietato fare pubblicità anche all’azzardo.

 

Pippo Rossetti, consigliere regionale del Pd

ultimi articoli nelle categorie