Palio del Fuoco a Recco

Alla fine è stato il quartiere Collodari ad aggiudicarsi la 4^ edizione del Palio del Fuoco

e a conquistare così il trofeo “Roberto Besio”, al termine di un bellissimo pomeriggio di rugby e divertimento per tutti.

Le squadre di ciascuno dei 7 quartieri di Recco, composte da giocatori biancocelesti di tutte le categorie insieme a chiunque - dai 5 anni in su - abbia voluto partecipare, si sono sfidate per decretare le semifinaliste, poi naturalmente le finaliste ed infine la squadra vincente.

Collodari ha conquistato la coppa fiammeggiante battendo in finale Verzemma; Ponte e Liceto, le altre due semifinaliste, su sono classificate a pari merito al 3° posto; 4° posto per tutte le altre squadre partecipanti, Bastia, Spiaggia e San Martino.

Il Palio del Fuoco di touch rugby (cioè senza scontro fisico e dunque adatto e sicuro per tutti) sta ormai diventando un appuntamento classico nell’ambito delle tantissime iniziative che a Recco sono collegate alla Sagra del Fuoco e all’8 settembre.

Per quanto riguarda il momento principale delle celebrazioni, cioè la processione della Madonna del Suffragio, anche quest’anno gli atleti biancocelesti avranno l’onore di portare la statua della Vergine per le strade di Recco, condividendo per la prima volta l’impegno con i giocatori della Pro Recco Waterpolo.

Onore sottolineato dal consigliere della Pro Recco Rugby, Roberto Bozzo: <Siamo, come ogni anno, onorati di portare la statua durante la processione dell’8 settembre e siamo contenti di potere quest’anno condividere questo onore con la Pro Recco Waterpolo: ogni partecipazione e vicinanza alla vita della città e dei cittadini è fondamentale ed è bello questo impegno condiviso da parte di due realtà sportive importanti>.