La lunga estate di Palazzo Ducale

Estate a Palazzo Ducale, la stagione propone anche quest’anno varie iniziative che vanno dai concerti al cinema

en plein air, alle tre mostre fino alla speciali visite guidate ai suoi ambienti storici.

Palazzo Ducale museo di se stesso, dove la musica e l’intrattenimento culturale sono sempre tra i protagonisti della sua offerta al pubblico cittadino e ai turisti che visitano la città. Si parte con il “Cinema sotto le stelle”, da venerdì 6 luglio in poi con il primo spettacolo “La Casa sul mare”, un drammatico.

LE MOSTRE

México

La pittura dei grandi muralisti e gli scatti di vita di Diego Rivera e Frida Kahlo

23 maggio – 9 settembre 2018

Appartamento del Doge

La storia di questa esposizione è assolutamente unica: doveva essere inaugurata il 13 settembre del 1973 a Santiago e le opere erano già giunte nella capitale del Cile. Ma a causa del colpo di stato la mostra fu sospesa e rimase così “pendiente”, per molti anni. Le opere dei grandi muralisti – appartenenti alla collezione di Alvar Carrillo Gil e di sua moglie Carmen Tejero – rischiarono la distruzione, ma infine vennero salvate (arrivando fino ai nostri giorni) grazie al sostegno di commissari, curatori, istituzioni e delle Cancellerie messicana e cilena. Ciò ha permesso, a distanza di oltre 40 anni, di esporle nel 2015 in Cile, nel 2016 in Argentina, nel 2017 in Perù e ora in Italia.

La mostra presenta circa 70 opere di tre grandi artisti: José Clemente Orozco, Diego Rivera e David Alfaro Siqueiros così famosi da essere chiamati “LOS TRES GRANDES”, figure di spicco della cultura messicana e internazionale. La loro arte rappresenta l’eccellenza della pittura muralista e una delle correnti più importanti del XX secolo a livello internazionale.

La collezione si compone per la quasi totalità, di olii e disegni di grande impegno politico che testimoniano, in modo efficace e coinvolgente, la poetica dei tre maggiori muralisti, emblema della modernità messicana nel mondo. Alle opere esposte si affianca un’ampia documentazione dei murales originali, realizzata con moderne tecnologie di video animazione HD che consentono di ammirare e localizzare le opere principali dei tre muralisti nelle varie città del Messico.

A corredo della “Mostra Sospesa” sono esposti, inoltre, alcuni documenti storici: un video documentario, gli articoli dei giornali, i telegrammi e le lettere manoscritte di solidarietà e di interscambio culturale che intercorsero tra il Messico e il Cile nel 1973.

Infine, grazie ad una ampia e affascinante raccolta fotografica, la mostra presenta la vicenda artistica e sentimentale di Diego Rivera e Frida Kahlo, che furono protagonisti assoluti di quella stagione artistica e storica.

La mostra è resa possibile grazie al Museo d’Arte Carrillo Gil con il sostegno dell’Ambasciata del Messico in Italia. Promossa dalla Fondazione di Palazzo Ducale, la rassegna è organizzata da Glocal Project Consulting e Civita Mostre.

ORARIO: da martedi a domenica 10.30/20; Giovedi 10.30/22. Lunedi chiuso. La biglietteria chiudeun’ora prima. BIGLIETTI con audioguida: 12 € intero – 10 € ridotto

Dal 27 luglio: ingresso mostra + Torre Grimaldina, antiche Carceri e Saloni storici 13€

Dal 20 luglio al 9 settembre il giovedì alle ore 19, il venerdì alle ore 18 e la domenica alle ore17: visite guidate speciali “La pittura dei grandi muralisti, Frida Kahlo e le altre donne della Rivoluzione Messicana” costo 18€ compreso biglietto di ingresso

18 luglio_ore 21.15_Piazza San Matteo: ingresso ridotto per lo spettacolo

VIVA LA VIDA! Frida Kahlo di Pino Cacucci in , presentando il biglietto della mostra e viceversa

Informazioni e prenotazioni: 199.15.11.21 – mostramexico.it

Oliviero Toscani. Ladro di Felicità

6 luglio- 14 ottobre 2018

Sottoporticato

Per festeggiare l’anniversario della compagnia italiana Costa Crociere, il 6 luglio debutta a Palazzo Ducale una mostra dedicata alla felicità a cura del grande fotografo italiano Oliviero Toscani con il patrocinio della Regione Liguria e del Comune di Genova.

Il titolo della mostra è “Oliviero Toscani. Ladro di Felicitಔ, perché si tratta di oltre 100 fotografie “rubate” da Toscani a bordo di Costa Pacifica, nel corso di una crociera di una settimana ai Caraibi partita lo scorso 31 marzo, giorno esatto del compleanno di Costa, la cui storia è iniziata proprio il 31 marzo 1948 con il primo viaggio della nave passeggeri “Anna C”.

Le fotografie hanno come tema la felicità vissuta dagli ospiti a bordo delle navi Costa. Come suggerisce il titolo della mostra, sono state scattate per cogliere al meglio le emozioni nella loro spontaneità e naturalezza.

Flavio Arensi, curatore della mostra dichiara “Non c’è cosa più poetica di un ladro di sguardi, di chi riesce a rapire l’emozione di qualcosa che accade e subito scompare perché chiusa nell’espressività del momento. Così Oliviero Toscani si è mosso fra gli ospiti croceristi, con l’attenzione e il rispetto che si deve a chi è impegnato nel mettere fra parentesi il mondo per godersi in relax la famiglia, gli amici, la compagnia di chi ama. La mostra che ne deriva è un legame di sentimenti, non di sentimentalismi, dove la felicità è nel condividere una relazione. Capace di guardare alle situazioni oltre i ritratti dei protagonisti, Toscani racconta un luogo di intimità, ma lo rende capace di essere qualcosa che travalica le

persone e diviene, furtivamente, una possibilità di tutti. Oltre cento fotografie, di cui Toscani è regista e insieme consumatore, sono un viaggio fra le persone ma anche un ideale grammatica della fotografia, perché mette in luce la novità del linguaggio di Toscani che dalla pubblicità alle campagne sociali riesce a rendere il mezzo non una espressione tecnica, ma un pensiero di vita. Ladro sì, ma un ladro che sa sempre dare dignità e fondamento a ogni immagine, perché non basta rappresentare il mondo, ma bisogna anche presentarlo”.

La mostra è a ingresso gratuito e rimarrà aperta sino al 14 ottobre. E’ curata da Flavio Arensi, con un allestimento di Peter Bottazzi unico nel suo genere, che regala ai visitatori un’esperienza coinvolgente ed immersiva.
Il catalogo della mostra, edito da Mondadori Electa, è arricchito da una prefazione di Philippe Daverio.

Il progetto si avvale della collaborazione di Canon Italia come digital imaging partner.

ORARIO: da martedi a domenica 10/20; giovedi 10/22. Chiuso il lunedi.

INGRESSO LIBERO

Fulvio Roiter

Fotografie 1948-2007

8 settembre – 24 febbraio 2019

ultimi articoli nelle categorie