Bilancio positivo per il Festival della Scienza

Una delle entrate del Festival della Scienza, da palazzo Ducale

La quindicesima edizione del Festival della Scienza si chiude con un bilancio più che positivo

. Aumentano di un ulteriore 10% gli incassi della biglietteria rispetto al 2016 e si registrano oltre 200.000 visite agli eventi, tra conferenze, laboratori, mostre e spettacoli.

 

 

Il Festival della Scienza, come ogni anno, ha animato la città e accolto scienziati emeriti, ricercatori e prestigiose personalità del panorama scientifico e artistico, nazionale e internazionale, nonché eminenti rappresentanti del Paese Ospite di questa edizione, il Giappone, che, con la loro presenza hanno ancora una volta confermato il profondo legame che unisce l’Italia al Paese del Sol Levante. Ma non è tutto. Genova è divenuta “città dell’accoglienza” anche grazie ai 463 animatori che hanno contribuito a coinvolgere il pubblico nelle attività proposte. Ad arricchire la corrente edizione anche i 70 studenti delle scuole superiori liguri che hanno preso parte al progetto di alternanza scuola-lavoro, e sono stati veri protagonisti in prima persona sia dell’introduzione delle conferenze sia del Social media team, che ha collaborato alla promozione sui canali social delle attività del festival. Genova ha accolto con gioia anche gli studenti dell’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA) di Urbino, che hanno illustrato le conferenze con le loro incredibili rappresentazioni grafiche realizzate dal vivo.

 

 

I laboratori e le mostre in programma quest’anno hanno confermato le attese del pubblico, accogliendo, con attività dedicate e destinate a specifici target d’età, bambini da 0 a 3 anni, alunni delle scuole dell’infanzia e primarie, studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, così come un pubblico di giovani e adulti. In particolare, i ragazzi delle scuole medie e superiori, grazie alla proposta di incontri e attività mirate, hanno dimostrato grande partecipazione. Nello specifico, sono state oltre 1.000 le classi che hanno visitato il Festival, provenienti dalla Liguria e dalle regioni limitrofe, ma anche da Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Sicilia e Veneto che hanno occupato interamente la capienza degli eventi nei giorni feriali. Ottimi dati di affluenza anche per il panel delle conferenze: il 90% degli incontri ha registrato il tutto esaurito e molti eventi hanno raccolto richieste superiori al numero di posti disponibili nelle location designate; di grande successo gli spettacoli che hanno portato sul palco arte e scienza, aggiudicandosi in ogni serata il sold out. Importante l’incremento della vendita di biglietti via web, circa il 30% rispetto allo scorso anno, grazie all’introduzione del biglietto elettronico.

ultimi articoli nelle categorie