Spinelli dalla parte della Culmv

È sempre stato un suo antico cavallo di battaglia: i camalli della Culmv di Genova

alla guardia del porto ligure. Ora Aldo Spinelli, quasi al termine di una lungimirante carriera che lo ha visto protagonista assoluto nei porti di tutto il mondo, afferma l’importanza dei camalli di San Benigno: “La Compagnia Unica ha garantito una perfetta pace sociale, ogni altra forma di lavoro temporaneo portuale, come per esempio l’Agenzia, si può analizzare ma partendo dal presupposto che il sistema attuale sta funzionando. Credo che, per portare avanti il progetto di un porto di Genova forte e in prospettiva futura solida, la compagnia Pietro Chiesa (“i carbunin, ndr”)  deve confluire nella Culmv per garantire ai soci un numero congruo di giornate di lavoro: i ‘carbonini’ hanno fatto la storia del porto di Genova, si sono sacrificati, non devono essere abbandonati”.

ultimi articoli nelle categorie