Fincantieri, Claudio Muzio chiede concretezza

Claudio Muzio

“Occorre dare rapida attuazione al protocollo d’intesa firmato il 28 febbraio scorso da Regione Liguria e Fincantieri

e sottoscritto dalle organizzazioni sindacali, finalizzato a favorire processi di collocazione lavorativa e a stimolare l’occupazione locale, con particolare riguardo a quella dei giovani. Da qualche anno c’è preoccupazione, nel Tigullio, per l’esiguo numero di assunzioni, da parte di Fincantieri, di persone residenti nei nostri Comuni, nonostante il robusto carico di lavoro garantito dagli stanziamenti della Legge Navale e dalle commesse acquisite. In questo quadro, l’attuazione del protocollo di febbraio può costituire un significativo segnale in controtendenza col recente passato”. E’ quanto ha dichiarato Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia e membro della Commissione Lavoro, Attività Produttive e Formazione, al termine della discussione in Consiglio della sua Interrogazione relativa alle prospettive occupazionali derivanti dal protocollo di collaborazione tra Regione, Fincantieri e sindacati.

 

“L’intesa – ha aggiunto Muzio - prevede, tra le altre cose, l’apertura di uno sportello del Centro per l’impiego presso i siti produttivi di Sestri Ponente, Riva Trigoso e Muggiano, la promozione di tirocini presso l’azienda e le imprese dell’indotto, nonché iniziative di orientamento. Prendo atto delle dichiarazioni della Giunta, che con l’assessore Berrino si è detta pronta fin da sùbito ad avviare le attività di formazione, informazione e comunicazione sulle iniziative previste dal protocollo, sia nei confronti dei lavoratori che nei confronti delle imprese che operano nell’indotto cantieristico”.

 “Ribadisco però – ha concluso il consigliere regionale di Forza Italia – che dopo l’imponente stanziamento di 5,4 miliardi di euro disposto dalla Legge Navale a favore di Fincantieri S.p.A, è arrivato il momento della concretezza. Occorre vedere risultati tangibili dopo tanti anni di sostanziale mancanza di risposte al nostro territorio in termini di occupazione, soprattutto quella giovanile (nella nostra area metropolitana la disoccupazione dei giovani raggiunge percentuali di oltre il 35%). Valuto assai positivamente la disponibilità e lo stimolo delle organizzazioni sindacali al raggiungimento degli obiettivi del protocollo. Il mio impegno sarà quello di adoperarmi affinché nei prossimi mesi si passi dalle parole ai fatti e venga data piena ed efficace attuazione a questi obiettivi”.

ultimi articoli nelle categorie