Decreto autotrasporto Genova in Gazz. Ufficiale

Approvato il Decreto Ministeriale del 24 dicembre scorso che definisce il valore e le modalità di erogazione

dei contributi assegnati agli autotrasportatori che subiscono deviazioni a causa del crollo del ponte Morandi. l contributo spetta alle imprese di autotrasporto che devono compiere deviazioni a causa dell'interruzione dell'autostrada A10 per il crollo del viadotto Polcevera, subendo costi maggiori per pedaggi autostradali, consumi di carburante o personale. Il Decreto si riferisce ai viaggi svolti nel 2018 e la definizione degli importi parte dalla valutazione secondo cui il porto ha movimentato circa mezzo milione di veicoli e, quindi, stima che il contributo interessi un milione di viaggi, con uno stanziamento totale di venti milioni. Il provvedimento considera due tipi di spese. La prima riguarda i viaggi con origine o destinazione il Comune o il porto di Genova, per cui sono risarciti i maggiori costi per le deviazioni stradali e autostradali e per i disagi sull'attraversamento delle aree urbane e portuali. La seconda tipologia riguarda i viaggi nazionali che hanno subito deviazioni nell'attraversamento del nodo di Genova. In tutti i casi, il contributo spetta solo per i viaggi che comportano trasporto di merce, compreso il riposizionamento dei container.

ultimi articoli nelle categorie