Reddito di inclusione in arrivo per i genovesi

Dal primo dicembre i genovesi, in possesso dei requisiti previsti dal Governo

, potranno fare domanda per usufruire del Reddito di Inclusione, una misura concreta di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale. Mancano quindi pochi giorni, ecco perché il Comune deve dire al più presto ai cittadini quali saranno i punti di accesso per presentare le domande e avviare allo stesso tempo un'adeguata pubblicizzazione dei requisiti necessari per usufruire del ReI.

Oggi il Governo mette a disposizione del ReI risorse importanti e ne ha stanziate ancora di più, riuscendo a superare anche i limiti di accesso previsti al momento. Nella Finanziaria la misura relativa al ReI è crescente e arriverà dall'attuale 1miliardo e 700 milioni di Euro a 3miliardi e 600 milioni di Euro stanziati al 2020. Dal prossimo mese di maggio, inoltre, solo il criterio dell'Isee (seimila Euro) determinerà l'accesso alla misura e quindi non solo gli ultra cinquantacinquenni e non solo le famiglie con minori a carico potranno accedervi. Sono previsti anche finanziamenti indirizzati alla rete dei servizi, 270 milioni per i Comuni e per i Centri per l'impiego che consentiranno una politica di sistema volta ad incrementare gli operatori e a costruire reti tra operatori sociali, socio-sanitari, Centri per l'Impiego e formazione professionale.

Nel corso dell'incontro a Tursi, i sindacati hanno proposto di ampliare nelle gare pubbliche, sotto il milione di Euro, l'obbligo di assumere lavoratori del settore inseriti nel ReI, come già sottoscritto dai sindacati stessi con la Regione per gli interventi contro il dissesto idrogeologico.

A breve i Gruppi PD in Comune e Regione chiederanno un'audizione all'Alleanza contro la povertà regionale e comunale per attivare la rete necessaria a far valere questo strumento nel migliore dei modi.

Gruppo PD Comune Genova

Gruppo PD Regione Liguria 

ultimi articoli nelle categorie